Come nasce - SpaccaBari

Cerca
Benvenuto nell'unico sito ufficiale di SpaccaBari!
Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 
E’ stata proprio Bari a suggerirmi quest’idea, ma non è stato un buon inizio,
non ci siamo capiti subito io e la gente che passeggiava in centro. Via Sparano,
Corso Cavour, sotto la pioggia caricavo il cestino della bicicletta, riuscivo a mettere
15 presepi in miniatura, fermavo la gente “Signora vuole un presepe” e mi rispondevano
“un presepe?...no, io vado a SpaccaNapoli!” Ed ecco che ho lanciato la mia sfida
Personale alla tradizione napoletana.
Sono nato e abito Bari Vecchia, in via Re Manfredi.
Tutto è iniziato nel 2004, quando io, lo zio Gino, ho iniziato a sfidare Napoli con
una mostra personale di presepi, in cui sono venute solo 3 persone: almeno non
posso dire di aver fatto tutto da solo.
Ma non mi scoraggiai, perché in mente avevo solo un obiettivo: esporre e vendere
i miei presepi.
Così l’anno successivo l’assessore, mi mise a disposizione il fortino Sant’Antonio
per quattro ore. Passai più tempo ad allestire che ad esporre, ma qualcosa era
cambiato dall’anno prima: da 3 a 100 persone, e così iniziai a prendere coraggio.
Nel 2006 il fortino non era disponibile, e senza non poche difficoltà, mi fu proposto
di esporre i miei presepi nella Sala Murat in Piazza del Ferrarese.
Un sogno, ma allo stesso tempo subentrò in me la paura, in quanto ritenevo troppo
Grande quella sala, per esporre da solo i miei 100 presepi.
Di fronte a quella situazione, un’idea:
“Assessore…facciamo SpaccaBari?”
Sembrava una follia… Non avevo niente di pronto e mancava solo un mese a Natale.
Tra le mani avevo solo la mia forza di volontà e un sogno da realizzare a tutti i costi.
Trenta artisti mi promisero di partecipare, andai a caccia di sponsor per comprare del
Materiale e allestire la sala.
Il 28 novembre mi muovo da casa per andare all’inaugurazione, la sala Murat era chiusa
però fuori c’erano 300 persone in fila ad aspettare l’apertura e… pensate un po’, l’ospite
d’onore: lo zio Gino.
Io camminavo, ma dalla gioia mi sembrava di volare, poche volte mi era capitato di essere
così felice.
L’anno seguente parteciparono 45 artisti, con numerosi visitatori tra cui i bambini delle scuole,
incantati dinanzi alla bellezza dei presepi. Ormai SpaccaBari non era più un sogno.
Nel corso della 5° edizione del 2010, a farci visita, sono stati gli inviati di “Striscia la Notizia”
Fabio e Mingo, i quali realizzarono un bellissimo servizio televisivo andato in onda sulla rete
Mediaset.
Oggi SpaccaBari è una consolidata realtà, giunta quest’anno alla 7° edizione.
-Vi aspetto Zio Gino

 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu